venerdì 25 gennaio 2013

Caso Ribeiro

Il giudice sportivo non è stato tanto leggero nei confronti della Berretti del Casale in relazione al caso del brasiliano Fabiano Ribeiro che avrebbe ricevuto insulti razziali nel corso della partita contro la Pro Patria. La squadra ha perso 0-3 a tavolino e ha ricevuto un punto di penalizzazione per aver abbandonato il campo anzitempo mentre al giocatore sono stati inflitti 500,00 € di ammenda ed un turno di squalifica a causa dell'espulsione per reazione al presunto insulto ricevuto.

domenica 20 gennaio 2013

La 3° di ritorno

Bellaria Igea Marina - Casale 2-0
57° e 63° Nicastro.

Bassano - Monza 1-1
27° Vita (M), 65° Correa rig. (B).

Giacomense - Castiglione 1-2
18' e 27' Ferrari (C), 25' Varricchio (G).

Mantova - Valle d'Aosta 0-0

Milazzo - Fano 1-2
15° D'Amico (M), 34° Marolda (F), 73° Berretti (F).

Rimini - Pro Patria 1-1
32° Zanigni rig. (R), 87° Serafini rig. (P).

Savona - Renate 3-2
27° Zanetti (R), 80° Mattaboni (R), 82° e 88° Miale (S), 85° Gallon (S).

Venezia - Santarcangelo 2-1
 55' D'Apollonia (V), 60' Graziani (S), 94' rig. Godeas (V).

Alessandria - Forlì rinviata per neve

Per effetto di una doppietta di Nicastro il Bellaria in casa ha battuto il Casale per il quale si dimostra bestia nera con quattro vittorie su quattro incontri. Nello scontro diretto tra le ultime due il Fano in trasferta ha battuto il Milazzo 2-1 e si porta a -1 dai neri.
Classifica:
  1. Castiglione 42
  2. Savona 40
  3. Pro Patria 38
  4. Bassano 33
  5. Renate 32
  6. Alessandria 31
  7. Mantova 31
  8. Forlì 28 *
  9. Venezia 28
  10. Monza 26 ***
  11. Bellaria 21
  12. Valle d'Aosta 21 *
  13. Santarcangelo 19
  14. Giacomense 18
  15. Rimini 16
  16. Casale 15 **
  17. Fano 14 *
  18. Milazzo 8
*= un punto di penalizzazione.
**= cinque punti di penalizzazione.
***= sei punti di penalizzazione.
#= una partita da recuperare.
Prossimo turno, 4° di ritorno, domenica 27 gennaio 2013 h 14,30:
  • Santarcangelo - Alessandria
  • Castiglione - Bassano
  • Fano - Bellaria
  • Forlì - Giacomense
  • Renate - Mantova 
  • Pro Patria - Milazzo
  • Valle d'Aosta - Rimini
  • Monza - Savona
  • Casale - Venezia


Partita sospesa

Ancora razzismo nel mondo del calcio e ancora coinvolta la Pro Patria. E' stata sospesa la partita fra Casale e Pro Patria, valida per il torneo giovanile Berretti. Al 38' del pt il calciatore Fabiano Ribeiro, accusa il Casale, ha ricevuto un insulto razzista e lo staff tecnico nerostellato ha deciso di non proseguire la partità.
L'episodio che ha causato la sospensione della partita è avvenuto quando la squadra ospite era in vantaggio per 2-0. Secondo quanto riposta il sito della società piemontese, il giocatore Fabiano Riberio e stato oggetto di "un presunto insulto di carattere razziale, circostanza che ha suscitato un profondo sgomento nei giocatori e nello staff tecnico i quali, autonomamente, hanno deciso di non proseguire la partita". L'A.S. Casale Calcio "si riserva di appurare quanto accaduto e la veridicità degli avvenimenti al fine di adottare i provvedimenti necessari. Nel contempo la società stigmatizza l'accaduto e si rimette a quanto sarà deciso dalle autorità federali competenti".

martedì 15 gennaio 2013

Paolo Di Stanislao

È Paolo Di Stanislao, 51 anni, il personaggio che sta dietro l'ex calciatore Uber Manfredini e che vuol acquistare l'80% delle quote dell'As Lucchese rilevandole dal gruppoValore di Prato. Nell'aprile scorso Di Stanislao è stato rinviato a giudizio assieme ad altre sette persone dal gip di Lanciano con l'accusa di bancarotta documentale e fraudolenta e distrazione di fondi per circa 670mila euro dell'ex societa SS Lanciano Calcio, dichiarata fallita il 4 aprile 2008. Un crac che per i giudici ammonterebbe a 1,8 milioni.  Di Stanislao sostiene di non agire da solo, ma per conto di un gruppo di imprenditori edili dell'Alto Lazio. E sembra pure che siano pronti i soldi necessari a pagare stipendi e contributi (poco meno di 300mila euro) a calciatori e staff tecnico e a garantire, attraverso una fideiussione bancaria, la gestione sportiva nella stagione 2011-2012.  Self made man.  Originario di Colonnella (Teramo), ma trapiantato a Roma, Di Stanislao è attivo nel campo della pubblicità. Per diversi anni ha lavorato come concessionario marketing e merchandinsing della Lazio. Chi lo conosce bene è una colonna della Lazio: il responsabile del settore giovanile Wolfango Patarca, per 20 anni scuot dei biancazzurri e scopritore di calciatori del calibro di Di Biagio, Di Vaio, Di Canio e Nesta che lo considera come un suo secondo padre. Patarca ha seguito Di Stanislao nella sua avventura a Lanciano ricoprendo il ruolo di responsabile dell'area tecnica.  Di Stanislaio si definisce broker o procacciatore d'affari e proprio nell'ambito del suo lavoro sarebbe entrato in contatto con gli imprenditori edili interessati all'operazione Porta Elisa.  La passione del calcio  Di Stanislao - dopo l'esperienza come concessionario pubblicitario per la Lazio - fa una breve esperienza nella Viterbese per poi apparire sulle scene calcistiche nella stagione 2006-2007.  Nell' estate 2006 vuol acquistare il Chieti appena retrocesso nell'ex C2. Incontra il presidente Buccilli e alcuni imprenditori locali, promette di effettuare il versamento necessario per l'iscrizione, ma l'ultimo giorno utile si tira indietro e il Chieti fallisce e piomba in Eccellenza. A quel punto sposta la sua attenzione su Lanciano. Il presidente Riccardo Angelucci che aveva portato i frentani dalla D alla C1 - pure lui rinviato a giudizio nel crac del Lanciano con l'accusa di aver distratto fondi per 210mila euro, proventi della vendita alla Lucchese del calciatore Francesco Di Gennaro nel corso della gestione Hadj - cede le quote societarie per 700mila euro a Di Stanislao e alla moglie. Stando all'accusa, però Di Stanislao non garantisce la necessaria copertura fideiussoria e, dopo la scoperta dell'irregolarità da parte della Co.Vi.Soc (nel secondo anno di gestione, 2007-2008), il Lanciano viene penalizzato di 10 punti, retrocede sul campo nei playout e viene poi ripescato nell'ex C1 in seguito al fallimento pilotato datato 4 aprile 2008, che porta all'indomani della declaratoria fallimentare (a fine maggio) all'acquisto dalla curatela del titolo sportivo, attraverso un'asta fallimentare, da parte dell'imprenditore del settore rifiuti Franco Maio che costituisce una società ex novo: la Virtus Lanciano. Contestualmente muore il vecchio SS Lanciano con i suoi debiti contratti, per l'accusa, da Di Stanislao, dai legali rappresentanti e dagli intermediari. Stando alla Guardia di Finanza, 316mila euro distratti dalle casse sociali per acquisto di mobili e macchine agricole, 139mila per incassi di false fatture su conti correnti di ignari titolari e 77mila euro proventi in parte degli incassi della Coppa Italia Tim 2006 e della vendita di abbonamenti.  Per un po' Di Stanislao sparisce. Ma la passione per il calcio è talmente forte che eccolo di nuovo in pista per cercare di fare calcio altrove: s'interessa a Sambenedettese, Casertana, Messina, Arezzo. Senza però riuscire nel suo intento. L'ultimo approccio, due-tre mesi fa, con il Giulianova in grave crisi societaria. Ma il presidente dopo un colloquio declina l'offerta e lo saluta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
15 maggio 2011

domenica 13 gennaio 2013

La seconda di ritorno

Casale - Savona 0-0

Castiglione - Venezia 3-0
36° (rig.), 52° Ferrari, 87° Talato.

Fano - Mantova 1-3
19° Del Sante (M), 26° Pietribiasi (M), 51° Marolda (F), 75° Galassi (M).

Forlì - Milazzo 6-0
34° (rig.), 41°, 66° Petrascu, 46° Buonaventura, 78° Sampaolesi, 90° Ferri.

Monza - Rimini 2-1
28° Rosini (R), 56° Gasbarroni (M), 92° Valagussa (M).

Pro Patria - Alessandria 3-2
15° Bruccini (P), 35° Cozzolino (P), 52° Falomi (P), 58°, 72° Fanucchi (A).

Renate - Bassano 2-0
41° e 72° Brighenti.

Santarcangelo - Giacomense 0-3
7°, 43° Varricchio, 33° Buscaroli.

Valle d'Aosta - Bellaria 2-0
45° Cuneaz, 90° Panepinto.

Dall'inizio di questo anno solare e di questo girone di ritorno il Casale ottiene il secondo risultato utile consecutivo contro l'ormai ex capolista Savona. Ne approfittano il Castiglione (1° da solo) e Pro Patria (ora a pari coi liguri) che hanno battuto Venezia e grigi.
Di recente sono stati tesserati il portiere Matteo Bibba (classe '92), dall'U.S. Città di Pontedera, l'attaccante Kevin Tulimieri (classe '92, nella foto), dall'A.S.G. Nocerina, e il centrocampista Luca Di Prisco (classe '85), già svincolato.
Classifica:
  1. Castiglione 39
  2. Pro Patria 37
  3. Savona 37
  4. Renate 32
  5. Bassano 32
  6. Alessandria 31
  7. Mantova 30
  8. Forlì 28
  9. Monza 25
  10. Venezia 25
  11. Valle d'Aosta 20
  12. Giacomense 18
  13. Bellaria 18
  14. Santarcangelo 16
  15. Rimini 15
  16. Casale 15
  17. Fano 11
  18. Milazzo  8
*= un punti di penalizzazione.
**= cinque punti di penalizzazione.
***= sei punti di penalizzazione.
#= una partita in meno.
##= due partite in meno
Prossimo turno, 3° di ritorno, domenica 20 gennaio 2013:
  • Bellaria - Casale
  • Rimini - Pro Patria
  • Giacomense - Castiglione
  • Savona - Renate
  • Milazzo - Fano
  • Venezia - Santarcangelo
  • Alessandria - Forlì
  • Mantova - Valle d'Aosta
  • Bassano - Monza

venerdì 11 gennaio 2013

Savona

Domenica 13 arriverà al Natal Palli la capolista Savona, 1° in classifica con 36 punti al pari del Castiglione (che di recente ha perso al Palli 3-0 dopo aver incassato 5 reti totali in tutte le partite precedenti). Gli "striscioni" finora hanno vinto 11 partite (5 fuori casa), pareggiato 3 volte (1 fuori) e perso 4 (sempre in trasferta) con 29 reti segnate e 14 subite e in rosa hanno Francesco Virdis che è l'attuale capocannoniere del girone (di recente richiesto da squadre di Serie B).
All'andata al Bagicalupo terminò 5-2 per il Savona. Domenica arbitrerà Bindoni di Venezia. Nel Casale è squalificato Silvestri.

mercoledì 9 gennaio 2013

Marco De Rose "Controcultura ultras"

Il fenomeno Ultras può essere inserito all'interno di un fenomeno giovanile e di una controcultura poichè le sue caratteristiche di antagonismo e ribellione possono essere correlate con tanti altri settori della società. I primi gruppi nacquero difatti alla fine degli anni 60 in un periodo di fervente ribellione giovanile, mettendo le radici ed arrivando fino ai giorni nostri con i dovuti cambi generazionali e di mentalità.

Protagonista del libro è la curva cosentina, già composta dai Nuclei sconvolti e da molti altri gruppi, che da sempre ha portato avanti ideali quali l'antirazzismo, antifascismo e l'antiproibizionismo ed autodefinitasi come una delle curve più pazze. Vi sono riportarti storie ed aneddoti dei Rebel Fans ed in generale della curva cosentina nonchè di ultras che vivono da antagonisti.

 L'autore, Marco De Rose, fondatore dei Rebel Fans nel 1995, è nato a Cosenza nel marzo 1981. Da anni vive a Roma dove opera nella Libreria internazionale di Via dei Volsci. Scrive per "Tam tam e Segnali di fumo", giornale autoprodotto della curva cosentina. Laureatosi in Scienze delle comunicazioni (con indirizzo comunicazioni di massa) presso La Sapienza di Roma, è attento osservatore di tutti i fenomeni sociali, culturali e politici della società.

Marco De Rose "Controcultura Ultras. Comunicazione partecipazione antagonismo". COesSENZA. Stampato in Cosenza nel gennaio 2011. 248 pagine 15,00 euro.

martedì 8 gennaio 2013

lunedì 7 gennaio 2013

La prima di ritorno

Milazzo - Casale 0-1
33° Grieco. 

Bellaria - Castiglione 1-2
40° Talato (C), 58° Mariani (BIM), 62° Ferrari (C).

Alessandria - Fano 2-0
57° Fanucchi, 66° Rossi.

Mantova - Forlì 2-1
6° Franchi (M), 9° Del Sante (M), 58° Petrascu (F).

Giacomense - Monza 1-3
50° Valagussa (M), 61° Puccio (M), 79° Vita (M), 91° Varricchio (G).

Savona - Pro Patria 0-0

Rimini - Renate 0-1
49° Zanetti.
 
Bassano - Santarcangelo 1-0
1° Longobardi.

Unione Venezia - Valle d'Aosta 2-2
15° e 71° Godeas (UV), 50° Sinato (VDA), 63° Cuneaz (VDA).

Alla prima trasferta assoluta a Milazzo il Casale ha sbancato lo stadio Grotta Polifemo grazie alla rete siglata da Grieco; la vittoria è importante in chiave salvezza, è arrivata proprio grazie ad una diretta concorrente. 
Dell'organico sono intanto partiti due giocatori: sono stati risolti i contratti con Simone Cirina e Daniele Molino.
Classifica:
  1. Savona 36
  2. Castiglione 36
  3. Pro Patria 34 #
  4. Bassano 32
  5. Alessandria 31
  6. Renate 29 #
  7. Mantova 27
  8. Forlì 25 *
  9. Venezia 25
  10. Monza 22 *** #
  11. Bellaria 18
  12. Valle d'Aosta 17 * #
  13. Santarcangelo 16 ##
  14. Rimini 15
  15. Giacomense 15
  16. Casale 14 **
  17. Fano 11 *
  18. Milazzo 8
*= un punto di penalizzazione.
**= due punti di penalizzazione.
***= tre punti di penalizzazione.
#= una partita in meno.
##= due partite in meno.
Prossimo turno, 2° di ritorno, domenica 13 gennaio 2013:
  • Pro Patria - Alessandria
  • Renate - Bassano
  • Valle d'Aosta - Bellaria
  • Santarcangelo - Giacomense
  • Fano - Mantova
  • Forlì - Milazzo
  • Monza - Rimini
  • Casale - Savona
  • Castiglione - Venezia

mercoledì 2 gennaio 2013

Vendita

La famiglia Goveani ha ceduto le quote del Casale calcio lo scorso 31 dicembre. Al momento non si conosce il nuovo proprietario.