martedì 31 luglio 2007

Personaggi Casalesi - Benvenuta Piccola Principessa!

A causa della mia assenza non ho potuto fare sul web le mie felicitazioni al losco personaggio che, armato di megafono, funesta ogni santa domenica a noi Cinghiali con la pioggia come col sole, in casa come in trasferta.

Infatti, da poco più di una settimana a questa parte, a Fili si è aggiunta Fede: la Piccola Principessa dei Cinghiali.

Auguri Lucky, il prossimo coro sarà tutto per Lei.

domenica 29 luglio 2007

Casale Calcio - Dove va questo Casale?


Boh! Uno si assenta per qualche giorno dal web e cosa ti combinano? La situazione precipita ulteriormente: lo staff tecnico si dimette in blocco, il vicepresidente (ma lo sapevamo già) pure, i tesserati si contano sulle dita di una mano, la situazione è quantomeno allarmante.
Poi spunta immediato il nome del nuovo mister (strana coincidenza, le dimissioni del vecchio mister erano ancora calde e nel giro di un giorno era stato contattato, contrattualizzato e annunciato il nuovo....) e questa rosa di giocatori per il raduno ed il successivo ritiro in quel di Sommariva Perno:

Portieri: Luca Bilucaglia (’89 Sorrento), Saverio Dicandia (’87 Barletta).
Difensori: Gennaro Autiero (’89 Sorrento), Gennaro Mauro (’89 Sorrento), Giacomo Chini (’78 conf.), Piero Panzanaro (’77 confermato), Nicola Artico (’88 juniores).
Centrocampisti: Luca Mazzucco (’89 juniores), Soppo (’89 Camerun), Emanuele Terracciano (’89 Sorrento), Alessandro Steri (’85 conf.), Marco Tondi (’88 conf.).
Attaccanti: Andrea D’amblè (’74 Vibonese), Carlo Giacchino (’78 conf.), Giancarlo Tedesco (’89 Sorrento).

Ai quali si aggiungevano in questo week-end Alessandro Furgato, classe 1988, centrocampista esterno e Graziano Ciaravolo, pure lui del 1988.


Ora, sarà che sono stanco per il viaggio, confuso per questa rivoluzione a livello dirigenziale e di organico, però tante cose non mi tornano (tempi, giocatori del Sorrento come se piovesse, dichiarazioni pesantissime di Menighetti lasciate su un forum per tifosi, accuse che volano a destra e a manca e altro): sono l'unico? Spero che i prossimi giorni siano forieri di qualche chiarimento....

lunedì 23 luglio 2007

Casale Calcio - APPELLO

PER QUELLO CHE ERAVAMO, PER QUELLO CHE SIAMO, PER QUELLO CHE SAREMO



Al 22 di luglio la squadra annovera 5 tesserati (circa, a spanne, si pensa) di numero.
Il 2 settembre inizia il campionato al quale verosimilmente parteciperemo, quello di serie D.
Al di là di tutte le correnti di pensiero che si stanno alternando a Casale (ripescaggi, ricorsi, boicottaggi ecc.), vuoi per puro istinto di conservazione, vuoi per paura di ciò che potrebbe accadere se questa situazione continuasse a protrarsi oltre i limiti del buon senso l'appello che mi sento di fare è questo:

SVEGLIA CASALE CHE AMA IL CASALE, QUA SI FANNO TANTE CHIACCHIERE MA IN QUESTO MOMENTO NON SIAMO IN GRADO NEANCHE DI SCHIERARE UNA SQUADRA PER UN TORNEO ESTIVO DA ORATORIO: DIAMOCI UNA MOSSA!

n.d.r. Il blog, per i lavori annunciati ma poi rimandati a causa di eventi e ricorrenze da ricordare, resterà dormiente almeno una settimana. Spero vivamente, alla fine di questi lavori , di poter parlare di una squadra di calcio o, quantomeno, un progetto di essa. Autentica chimera in questi tribolati giorni di fine luglio...

domenica 22 luglio 2007

Casale Calcio - Facciamo la conta


"Dieci poveri negretti

Se ne andarono a mangiar:

uno fece indigestione,

solo nove ne restar.


Nove poveri negretti

Fino a notte alta vegliar:

uno cadde addormentato,

otto soli ne restar.


Otto poveri negretti

Se ne vanno a passeggiar:

uno, ahimè,è rimasto indietro,

solo sette ne restar.


Sette poveri negretti

legna andarono a spaccar:

un di lor s'infranse a mezzo,

e sei soli ne restar.


I sei poveri negretti

giocan con un alvear:

da una vespa uno fu punto,

solo cinque ne restar.


Cinque poveri negretti

un giudizio han da sbrigar:

un lo ferma il tribunale

quattro soli ne restar.


Quattro poveri negretti

salpan verso l'alto mar:

uno un granchio se lo prende,

e tre soli ne restar.


I tre poveri negretti

allo zoo vollero andar:

uno l'orso ne abbrancò,

e due soli ne restar.


I due poveri negretti

stanno al sole per un po':

un si fuse come cera

e uno solo ne restò.


Solo, il povero negretto

in un bosco se ne andò:

a un pino s'impiccò,

e nessuno ne restò."


Pettinari, ASSENTE, Marchetti, ASSENTE, Steri, ASSENTE, Priore, ASSENTE, Coletto, ASSENTE, Chini, presente, Sacco, boh, Latartara, ASSENTE, Ebagua, presente, Cusano, ASSENTE, Caredda, boh.

Questo sopra é l' 11 che ha disputato la finale del trofeo Birra Moret.. pardon, degli importantissimi play-off di serie D 2006/2007, in più c'è Panzanaro che sembra voglia restare.

Se non è un'ecatombe questa, quantomeno un remake del celebre romanzo di Agatha Cristie....

sabato 21 luglio 2007

Casale Calcio - C...avete capito adesso?


Non mi piace postare foto già utilizzate, in questo caso faccio però un'eccezione e vi invito a cliccare sull'immagine al fine di leggere chiaramente lo striscione esposto dai Cinghiali Ultras Casale in occasione della semifinale dei play-off (ma de che?) disputata al Natal Palli contro l'Uso Calcio.
Non capite ancora? Allora ci provo in altro modo:




Tutto chiaro adesso? Qualcuno vuole ancora fare come durante l'intervallo della partita e chiedermi cosa si intendeva?
Soprattutto, anche se in questo paese non succede mai, invece di invocare il destino cinico e baro, i poteri occulti ecc.ecc.: qualcuno non sente l'esigenza di cospargersi il capo di cenere e ammettere di essere stati un filino (eufemismo) superficiali, no?


giovedì 19 luglio 2007

Società - Genova 2001: io non dimentico/4


Sono passati 6 anni, per 5 volte si è tornati a Genova per parlare, ritrovarsi, ricordare. Quest'anno sarà la sesta volta...

2002

X

2003

X


2004

X

2005


2006


mercoledì 18 luglio 2007

Cinghiali nel mondo - I Cinghiali hanno comunque vinto


Fermiamoci una giornata per parlare di una cosa che mi sta molto a cuore.
La scorsa settimana si è tenuta a Casalecchio l’11° edizione dei Mondiali Ultras Antirazzisti, la seconda per il gruppo Cinghiali.
A differenza dello scorso anno, forse perché solo quelli veramente motivati hanno preso parte alle gare, forse perché l’ex allenatore si è trasformato in giocatore, forse perché se esiste un dio ogni tanto si ricorda dei Cinghiali, i risultati sono stati molto più soddisfacenti e solo per un gesto di fair play (potevano vincere un’importantissima partita, poi persa sul campo, a tavolino ma hanno preferito andare incontro alle esigenze della squadra avversaria piuttosto che ottenere tre punti facili) non sono arrivati alle fasi finali disputatesi domenica.
Il mio grazie di cuore va ai fortunati (e lo dico senza sarcasmo, è una fortuna poter conciliare gli impegni professionali con una così importante iniziativa) che hanno tenuto in alto i colori, gli ideali e lo spirito del Gruppo Cinghiali.
Un ringraziamento va al folto gruppo frassinetese (taco, Pierin, ciccio 2 e signore su tutti), il leone del Rione Burp e il suo figlioccio, mi dicono in fase autodistruttiva da parricidio, Actarus.
Grazie ragazzi, ci sono diverse cose che vedo ultimamente nella nostra comunità cittadina che mi fanno vergognare, voi siete uno dei motivi per i quali dirsi ultras del Casale permette di farlo andando in giro a testa alta.

martedì 17 luglio 2007

Società - Genova 2001: io non dimentico/3

La memoria é un ingranaggio collettivo...



















...continuiamo a ricordare cosa accadde sei anni fa in questi giorni con l'ausilio di foto che apparvero su Diario del 3 agosto 2001....



















E se ancora non basta fate un saltino qua:

http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=24075

E poi guardatevi anche queste per capire cosa volevano dire quelli di Amnesty International, cliccandoci sopra le potrete ingrandire.

lunedì 16 luglio 2007

Società - Genova 2001: io non dimentico/2.

Andiamo avanti col discorso intrapreso relativo a questa settimana (vedi Post precedente) ed ecco il programma di tutto ciò che si terrà a Genova in questa settimana, tutte le persone che vogliono verità e giustizia sono invitate a partecipare.

PROGRAMMA 2007

STADIO CARLINI 19-22 LUGLIO

Giovedì 19 dal mattino: accoglienza e iscrizioni allestimento mostra ‘Luoghi resistenti’
sera: cena con musica migrante
proiezione film: ‘Il Social Forum Mondiale di Nairobi’ dibattito altre proiezioni

Venerdì 20 mattino: organizzazione squadre torneo di calcio
pomeriggio: ‘passeggiata’ con camion musicale a piazza Alimonda musica e varie in piazza Alimonda, con Casa del Vento, Alessio Lega, Orchestrina del Suonatore Jones, Cisco, Guido Foddis…
sera: cena consegna al Comitato da ARCI e Liberazione della sottoscrizione raccolta con la vendita del dvd “Quale verità per piazza Alimonda” tavola rotonda ‘Assolti con formula piena’: l’andamento dei processi genovesi sui fatti di strada (il processo ai 25) proiezione: ‘OP - Genova 2001’ l’Ordine Pubblico durante il G8 realizzato nel 2007 dalla segreteria Genoa Legal Forum
altre proiezioni

Sabato 21 mattino: torneo di calcio
pomeriggio: torneo di calcio

ore 16,30
Museo di Sant'Agostino - piazza Sarzano 35r (metro fermata Piazza Sarzano)
PREMIATA MACELLERIA ITALIANA
Chi controlla le forze di polizia? Chi garantisce i diritti costituzionali?
Tavola rotonda di analisi e proposta, con:
* Vittorio Agnoletto, ex portavoce Gsf
* Alessandro Dal Lago, docente universitario, autore di "Polizia
globale"
* Giuliano Giuliani, Comitato Piazza Carlo Giuliani
* Patrizio Gonnella, presidente associazione Antigone
* Gigi Malabarba, ex membro Copaco
* Salvatore Palidda, docente universitario, autore di "La polizia
postmoderna"
* Mauro Palma, presidente Comitato europeo per la prevenzione della
tortura
* Un avvocato del Genoa Legal Forum
Conduce Antonio Bruno, Comitato verità e giustizia per Genova

ore 20,00
CENA di finanziamento al circolo Arci ZENZERO, Via Torti 35sera: iniziative per la Diaz organizzate dal Comitato Verità e Giustizia per Genova (www.veritagiustizia.it)

ore 22,00

FIACCOLATA alla SCUOLA DIAZ

Allo stadio Carlini proiezione: ‘99 Amaranto’ un film di Federico Micali, liberamente
tratto dal libro ‘Tenetevi il miliardo’ di Carlo Pallavicino

Domenica 22 mattino: fine torneo premiazione dei partecipanti chiusura

All’interno dello stadio: zone di accoglienza per chi proviene da fuori Genova, con locali al
coperto per chi porta materassino e sacco a pelo, area tende a bordo
pista, bagni, docce calde, minibar con bibite, panini e piatti freddi.
N.B. : L’ingresso naturalmente è gratuito ma sorvegliato per evitare a tutti e tutte noi sgradite
sorprese. Per poterci organizzare meglio, vi preghiamo di segnalarci e prenotare le giornate di
presenza contattando il Comitato Piazza Carlo Giuliani onlus.

domenica 15 luglio 2007

Società - Genova 2001: io non dimentico.

In alto prima pagina de "Il Monferrato" del 24/07/2001

Mi sono chiesto se l'idea che avevo in mente tradisse un pò la "ragione sociale" di questo blog nella quale si tratta di Casale Monferrato a 360°.
Poi scartabellando nella mia emeroteca ho ritrovato la prima pagina del Monferrato sopra riportata e ho ripensato all'attesa, ai preparativi, agli incontri, a quei giorni di sei anni fa e mi sono detto: si, questa storia DEVE far parte di questo blog, voglio aiutare a non dimenticare.
Così (a meno di clamorose notizie dal fronte cittadino) questo blog nella settimana del sesto anniversario di quelle giornate diventerà monotematico: non farò processi (c'è già chi li sta facendo), non cercherò di fare proselitismo, no, io ricorderò.
Ricorderò perchè è stato tradito lo spirito propositivo che animò tantissime persone con l'avvicinarsi dell'evento, perchè non fu permesso di esprimere le proprie idee, perchè furono massacrate persone inermi, perchè fu ucciso un ragazzo.
Io ricorderò, perchè troppe volte in questi anni si è mistificato, si è mentito, si è occultato, ci si è fatti paravento di qualche atto di violenza per giustificarne cento.
Io ricorderò, perchè ci credevo, perchè mi sono sbattuto, perchè con altri casalesi che non amano voltarsi dall'altra parte, c'ero.

p.s. Siccome la madre degli imbecilli che si nascondono dietro l'anonimato di internet (e lì si denota il loro spessore umano) per scrivere cazzate è sempre in cinta, non perderò tempo a mandarli a cagare per iscritto, quello mi riservo sempre di farlo di persona, Noi siamo fatti così, loro sono da sempre servi dei servi dei servi.

sabato 14 luglio 2007

Casale Calcio - E adesso: come la mettiamo?


E adesso come la mettiamo? Nessuno penso si diverta a fare la Cassandra, tantomeno il sottoscritto.
Ma il calendario ed i post parlano a mio favore: una settimana fa lanciai un sasso nello stagno di un preoccupante silenzio della piazza casalese a proposito della preoccupante di migrazione di massa da parte di giocatori nerostellati importanti reduci dai play-off trionfalmente (ironico, sia ben chiaro) conquistati.
Ora che sembra essere stato un inutile fatica questo torneo ci si trova con la squadra quasi da rifare e con i pochi rimasti ai quali è stato promesso qualcosa di non mantenibile, così il presidente Bertacchi sulle pagine odierne de la Stampa:
«Il presidente Punghellini mi aveva fatto promesse ben precise. Ora per noi è una situazione di difficoltà, perchè ai nostri giocatori avevamo assicurato la presenza in C2».
Complimentoni! Cornuti e mazziati, nulla da dire.
Sarò qui, problemi tecnici permettendo, a seguire l'evolversi di una situazione che sarebbe comica se non rischiasse di diventare tragica....

martedì 10 luglio 2007

Note di servizio

Causa risistemazione del carcassone che mi permette di tenere in piedi questo blog nei prossimi tempi i post dal martedì al venerdì sono sospesi per consentirmi di trasferire tutti i dati e riprogrammare il PC facendolo viaggiare a regime solo nei week-end e dintorni.

domenica 8 luglio 2007

Casale Calcio - E se ne vanno....













(Foto in alto e in basso tratte dal sito www.casalecalcio.it)

Francesco "Ciccio" Latartara sembrerebbe già essersi accasato in una squadra sarda di serie D, Maurizio Priore ha già firmato con il Carpi. Nel bene e nel male sono stati fra i principali protagonisti della stagione nerostellata, ottimo avvio poi, per diversi motivi, pessimo inverno e infine sono tornati a dirigere il centrocampo contribuendo in maniera determinante alla vittoria dei play-off. Ora, capiamo che il momento per la società di via Trevigi è interlocutorio assai (sarà di nuovo serie D o la squadra verrà ripescata in C2? Ci saranno importanti cambiamenti a livello societario? Chi occuperà quali mansioni di D.S. ecc.?) però la notizia dell'ultim'ora è di qulle che fanno cascare le braccia: Simone Pettinari avrebbe firmato con l' Arezzo in serie C1. Se così fosse, più che legittimo per l'ex numero 1 nerostellato sia ben chiaro, la domanda sorgerebbe spontanea: ma non si doveva confermare il blocco che ci aveva permesso di condurre una stagione da protagonisti in D? Pettinari non sarà un fenomeno, però è giovane, serio e motivato (e sopratutto ce l'avevamo già in casa). Attendiamo fiduciosi smentite dalla Società su questa notizia che, se confermata, contribuirebbe a nutrire le perplessità che molti in città hanno sulla programmazione attuale per la prossima stagione....


sabato 7 luglio 2007

Personaggi Casalesi - Burp: un uomo un perchè.

E' spesso gradito ospite in questo spazio e non solo (ama far scorribande sul web) un uomo i cui risvolti psichici iniziano ad appassionare quantomeno tutto il norditalia calcistico e non.
Il Nostro viene su in quartiere di Casale, il Rione, che ha forgiato alcune fra le più illuminate menti presenti fra la tifoseria casalese e, assecondando la sua natura perennemente controcorrente aderisce sin dalle prime battute al gruppo Ultras casalese rompiballe per antonomasia: i Cinghiali. Tristemente noto a tutti gli aderenti del gruppo che seguono i neri in trasferta per la sua capacità di destabilizzare l'allegra compagnia dotandosi di bottiglie d'assenzio (lo si può apprezzare nella foto in alto in pieno coma etilico, a torso nudo sotto la pioggia in quel di Lavagna marcato a vista da una persona con la testa saldamente sulle spalle) il nostro eroe ama far proseliti nelle sue campagne anti questo o quel giocatore circondandosi di giovani imbelli e poco smaliziati tipo il suo figlioccio acquisito Actarus. Burp è però personaggio diabolico e, oltre alla sua pletora di sbandati e debosciati che amano coltivare con lui un amicizia intellettualmente stimolante è riuscito fra le tante persone incrociate nella sua densa vita, a circuire anche una santissima donna che inutilmente da lui attende da anni il grande passo, ma il marpione (tra le altre cose noto vegetariano) continua a temporeggiare rischiando così di vedersela scippare un giorno da qualche ragazzo con la testa sulle spalle, uno alla JP diciamo (sotto possiamo ammirare il Nostro eroe pasteggiare disinteressandosi completamente della donna di lui perdutamente innamorata).

Ma questo soggetto non è solo, ahinoi, inaffidabile sentimentalmente, bensì anche sotto il profilo informatico. Il gaglioffo prende in appalto la costruzione e la gestione di noti siti di tifoserie casalesi, poi li scarica sulle spalle della sua dolce metà facendo giustamente infuriare san taco, protettore di tutti i Cinghiali.
Quello che però lo distingue è la puntualità, si mormora che la moglie di un noto postino casalese lo stia ancora cercando armata di machete dalla trasferta in terra sestrese di inizio novembre per aver fatto passare alla delegazione ultras nerostellata un'oretta e mezzo in "allegra attesa" presso una piazzola di autogrill con telefonate ogni dieci minuti del tipo: "sono lì fra 5 minuti...."
Insomma, il quadretto sembrerebbe quello di un Genio del male, ma a me Burp piace ricordarlo nella foto qua sotto, una persona che quando è ora non si tira indietro e agli altri ci pensa, soprattutto ai più deboli....

venerdì 6 luglio 2007

Società - Sangue e violenza


Un gentile utente di questo blog ci invitava a raccontare di sangue e violenza: eccoti accontentato!
Basta tornare indietro di sei anni, in una scuola di Genova (Cile italiano) e guardare una delle tante foto che testimoniano ciò che accadde quella maledetta notte tra il 21 ed il 22 luglio 2001 che un alto rappresentante delle forze dell'ordine in servizio all'epoca dei fatti , Fournier, non ha esitato a definire "macelleria messicana":
Non vado oltre, se l'immagine non ha ancora soddisfatto i vostri palati splatter ecco quello che ci vuole per farvi definitivamente vomitare e dire: dove abbiamo sbagliato, è questa la "democrazia" che vogliamo?

GENOVA, VOCI DAL G8

Le telefonate al centralino del 113: i cittadini terrorizzati, i dialoghi tra le forze dell'ordine, i pestaggi alla Diaz. Voci dalla notte più buia della città

giovedì 5 luglio 2007

Città - Un idea intelligente per il fine settimana

Tutti pronti a mettervi su quelle maledette scatole di latta, pipparvi ore di coda in autostrada, pianificare “partenze intelligenti”, farvi spennare per una mezza minerale, farvi assordare dal caos in spiaggia e tornare a casa la domenica sera più stanchi, più stressati e un filo più rincreniti di quello che già riescono a fare televisione, stress e lavoro durante la settimana?

Se si fermatevi pure qui e iniziate a mettere i mutandoni da spiaggia in borsa, nel caso contrario vi consigliamo di seguire gli interessantissimi consigli che il quotidiano “la Repubblica” di oggi offre ai lettori più esigenti (intelligenti n.d.r): un modo davvero interessante per trascorrere il proprio week-end.

Il quotidiano romano consiglia l’arrivo intorno alle 10.00 del sabato in zona, ci si procura in uno dei punti vendita preposti il biglietto unico “Monferrato Musei” che al prezzo di 5 euro (neanche una sdraio per mezza giornata…) ci aprirà le porte a tutti i musei della zona citati in questo articolo, alle 12.00 un bel giro per il parco e la chiesa in quel del Sacro Monte di Crea e relativo pranzo, alle 17.00 una visita in una delle tante cantine sociali sparse nel Monferrato Casalese, la sera cena in un ottimo agriturismo in collina ove gustarsi magari un buon piatto di agnolotti e un bel fritto misto alla piemontese, nottata nella stessa struttura e poi domenica si riparte.

Prima tappa della giornata una visita alla Sinagoga di Casale, alle 11.00 è d’obbligo recarsi a visitare la cattedrale di Sant’ Evasio, il nostro Duomo, alle 12.00 come aperitivo un bel giro al museo Civico e alla gipsoteca Bistolfi. Dopo quest’intensa mattinata una sosta per il pranzo di nuovo nei dintorni di Casale, magari dalle parti di Quarti, Camino o Pontestura cosicché rifacendo la strada a ritroso si torna in città in tempo per godersi le bancarelle dell’appuntamento di ogni secondo fine settimana del mese: il Mercatino dell’ antiquariato che si svolge al Mercato Pavia in Piazza Castello.

Per le 18.00 si parte verso casa, Casale e il suo Monferrato in una due giorni come questa la si è solo assaggiata, ci vuole ben più tempo per gustarsi i monumenti sopraccitati e gli altri non menzionati, ma sicuramente si è un po’ più ricchi dentro e meno istupiditi dei classici tipi da spiaggia…..

martedì 3 luglio 2007

Società - Cena Cinghiali fine campionato 2006/2007

Come ogni stagione si è svolta la tradizionale cena di fine anno del gruppo, quest’anno il tutto è stato un po’ più sobrio delle altre volte complice un campionato lunghissimo che ci ha visto sugli spalti (e intorno ai tavoli!) per più di 11 mesi.

All’inizio dell’agosto 2006 il primo pranzo in quel di Brusson dove la squadra era in ritiro nella domenica che avrebbe poi visto il Casale affrontare il triangolare di Aymavilles contro Ivrea e Val d’Aosta , una settimana dopo alla fine dell’amichevole che chiudeva il ritiro i Cinghiali (di nuovo presenti, unico gruppo anche a cavallo del ferragosto in ritiro in una giornata ventosa e fredda che sembrava settembre inoltrato!) concludevano la fredda giornata di nuovo tutti insieme.

Memorabili fra le tante: il pranzo volante in quel di Sestri il giorno di Ognissanti per colpa del solito Burp, la cena di Natale in agriturismo ove il sottoscritto s’è beccato i Cicci in versione Capossela Forever, il pranzo ospiti degli amici del Canavese nella domenica che ha sancito la rinuncia ai sogni di primato della squadra, infine la mangiata di pesce in quel di Lavagna nell’ultima di campionato, dove la squadra con la testa era già ai play-off mentre i Cinghiali erano al terzo bis di frittura….

Ma ecco qua le principali foto della cena del Gruppo, da segnalare purtroppo qualche pesantissima defezione di autentici pezzi da ’90 come il Postino Volante e il Dottor Salamella che avrebbero sicuramente reso la cena ancor più piacevole (ma col cuore eravate con noi!), per tutela della privacy e rispetto nei confronti di tutti i presenti le immagini sono state “cinghialate”……

Tavolata di Cinghiali

Uomo con “centrotavola per caso”

Facce da schiaffi

Danza del velo di Tirzan

L’uomo dal braccialetto più bello del mondo

L’avvocato (del diavolo) insidia la Presidenta

Com’era Pinguin? Non è Chuck Norris che mangia la pizza, è la pizza…..

Avrete capito che per essere Cinghiali non è sufficiente essere attaccati al gruppo al 100%, avere un forte senso di solidarietà e un amor del vero che va oltre i propri interessi, un requisito indispensabile è essere buone forchette e ottimi bevitori!

Il prossimo appuntamento etilico-gastronomico è in ritiro, abbiamo un mese scarso per perdere tutti i chili messi su quest’anno e ricominciare!

lunedì 2 luglio 2007

Società - A breve....


Il servizio completo sulla cena di fine anno dei Cinghiali Ultras Casale svoltasi in una nota pizzeria del centro di Casale.

domenica 1 luglio 2007

Società - Piccole soddisfazioni

Oggi questo piccolo ma laborioso blog compie una settimana di vita e qual'é il più bel regalo che ci si può aspettare oltre ai contatti di amici e non che sono venuti a visitarlo?
Semplice: Google, il motore di ricerca più usato al mondo, se si digitano le parole CINGHIALE CASALE mette come primo riferimento ne il Web (e quindi non solo nelle pagine provenienti da Italia) questa "piccola macchina da guerra di informazione" come amo definirlo.
Un appunto a Burp, ora tocca a te far si che a quelle parole venga fuori un ben più importante sito...