giovedì 30 ottobre 2008

Foto Alessandria - Casale, anno 1927

24 luglio 1927 Alessandria - Casale 2-1 (pt 2-1), foto di gruppo pre - partita

Nel corso della stagione 1926/27 il derby tra grigi e nerostellati era stato disputato in luglio in occasione della finalissima della Coppa Coni, competizione riservata alle squadre di Divisione Nazionale (serie A) escluse dalle finali scudetto. All'andata (10 luglio 1927) a Casale terminò 1-1, al ritorno prevalsero i grigi per 2-1 grazie alle reti siglate al 17° da Ferrari ed al 22° da Cattaneo. La rete nerostellata (32° su calcio di rigore) porta la firma di Umberto Caligaris.
Queste le formazioni:
Alessandria: Curti, Viviano, Costa I, Lauro, Gandini, Bertolini, Tosini, Avallo, Cattaneo, Ferrari, Chierico.
CASALE: Roletto, Raiteri, Caligaris, Greppi, C. Buscaglia, Albertoni, Migliavacca, Mattea, Montiglio, Zanni, Gallo.
Arbitro A. Gama di Milano.

26 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella cazzo, e che bolgia la dietro. Chissa perche' i bambini sono vestiti con la maglia bianconera

Anonimo ha detto...

Ieri avete parlato di cose serie, e francamente non me la sono sentita di intervenire con il calcio, la mia estrazione progressista mi porta in automatico vicino alle tematiche che spesso trattate, facendovi onore, e per le quali nutro grande rispetto (quelli sono veri problemi..), ma oggi ritornando al mio intervento di due giorni fa, che tanta ilarità ha suscitato, confermo che nel contesto sviluppatosi da almeno 2 anni a questa parte è difficile trovare seri imprenditori che investano nel calcio, specialmente in queste categorie minori, i motivi? Molteplici, intanto parliamo di una categoria che per quanto minore ha costi elevati a fronte di ricavi irrisori (per fare una D senza sussulti necessitano dai 400.000 ai 500.000 euro), e poi in piazze con blasone o ottieni i risultati subito e sei portato in palmo di mano, oppure vieni contestato, non si può programmare nulla perchè non se ne ha il tempo, ad esempio un settore giovanile qualitativo, vero patrimonio di una società calcistica, necessita oltre che di investimenti, di tempo per la formazione di una società forte, di strutture di livello, di trovare giusti collaboratori, e nell'epoca del tutto e subito questo è un problema.Naturalmente tutto ciò determina oggettive difficoltà ad avvicinare investitori, tuttavia un qualcuno innamorato del calcio cittadino si trova sempre, certo non sarà Moratti o abramovich, certo non si avranno obiettivi di "spezzare le reni allo Spezia" ma una sana gestione sportiva e amministrativa garantendo la categoria, con qualche soddisfazione annessa sono bene accette in tempi di magra, se poi davvero arrivasse un abramovich credo che nessuno avrebbe problemi a cedergli la mano.
E' un discorso ragionevole, poi esprimersi costruttivamente porta arricchimento in qualsiasi dibattito, voi che ne pensate?
F.to "Roncaja".

Anonimo ha detto...

Brao roncaja...

Anonimo ha detto...

ve l'ho detto che e' simpatico...

Anonimo ha detto...

Roncaja LEADER, SEI UN MITO!

zorro ha detto...

io la penso così:
questo presidente son 4 stagioni che è qui e son quattro stagioni che succede di tutto (non sto elencare tutti i fatti senno facciamo notte, fatti cmq notissimi a tutti) ma di certo non mi pare proprio abbia dato un organizzazione migliore rispetto alla gestione precedente, il settore giovanile subisce continue rivolte e/o svendite, gli obiettivi sono sempre meno chiari ed i soci che entrano se ne vanno sempre dopo pochissimo tempo.

Intanto qualcuno si ostina a
dirmi "che è una brava persona", aggirando sempre le mie personali critiche.

Detto ciò, prova a leggere il tuttosport di oggi e di come la biellese con 10 giovani su 11 ha eliminato dalla coppa la pro belvedere (che qui si piglia per il culo come pizzeria ma che intanto ci ha sempre o quasi purgato). Questo è un esempio di come almeno a biella abbiano creato un settore giovanile degno di nota.

Per ora mi fermo qui, ma si potrebbe parlare pure dello scarso affetto della città verso questa attuale dirigenza che si manifesta sia nella difficoltà di reperrire aiuti economici, sia nelle presenze allo stadio.

dusturi ha detto...

Grande zorro, caro runcaja non è determinante se io sia progressista o meno, qua non si fà politica ma si ama Casale, se farlo significa essere progressisti non so.
Il problema di Bertacchi è Bertacchi stesso ed i suoi cattivi consiglieri, li stessi che spesso accusano i Cinghiali di disamore per la squadra per mancanza di argomenti, ma secondo me sto gruppo il nerostellato ed il rosso/giallo (i colori della città di Casale, per i casalesi d'adozioni che non lo sapessero) ce li hanno nel cuore.

Anonimo ha detto...

Per me te roncaja hai avuto un ragionevole ravvedimento circa i tuoi pensieri. L'altro giorno lodavi il presidente, mentre adesso il tuo pensiero è un po cambiato. Complimenti perchè chi riconosce i propri errori merita rispetto.

Comunque sia il presidente
fece l'errore più grosso l'estate scorsa, dopo i playoff vinti. Invece di tentare di tenere i migliori elementi della rosa, con l'inevitabile ricambio dei giovani, scelse di fidarsi de sig. dionisi. Sappiamo tutti come è andata a finire.
Vecchio tifoso

Anonimo ha detto...

No, ti sbagli, non ho cambiato idea, Bertacchi fa quello che può, ed è una persona che personalmente stimo, è evidente che non possiede i mezzi economici di altri, ma nel contesto attuale ancora grazie che si trovino persone che regalino una gestione e un amministrazione seria ed onesta a una società calcistica. Dovete rassegnarvi in questo momento chi investe forti somme nel calcio o è un pazzo, o semplicemente è un avventuriero, e storicamente nessuna delle due tipologie di persone portano benefici, almeno non a lungo termine. Insisto nel dire che la vera spina dorsale di una società calcistica, è una Società con forti radici che investe nel settore giovanile, nelle strutture e sceglie bene i propri collaboratori, vi posso assicurare che una gestione di questo tipo (che applicata alla seria A è la stessa dei Pozzo a Udine) determina risultati sportivi e soprattutto introiti da reinvestire (anche nella 1 squadra).
F.to "Roncaja".

Resto disponibile per chiunque (nel limite del possibile, e compatibilmente con gli orari della mia professione) a rispondere a quesiti sulla gestione di una società.

Anonimo ha detto...

Roncaja Presidente! Subito!

Secondo me fai parte dello staff di via Trevigi, non so perche'...ma ti ci vedrei bene!

zorro ha detto...

A) Parole sante! Adesso roncaja prova a capire quali cose, di quelle che citi, vengono fatte attualmente in via Trevigi.
B) Io resto disponibile ed intressato, se mi vuoi contattare: marco.cinghiali@ymail.com

Saluti.

Anonimo ha detto...

L'errore di dionisi e' imperdonabile, mi spiace.
Stimo bertacchi come persona (durante il colloquio avuto a sestri mi ha fatto una buona impressione) ma a livello dirigenziale assolutamente no.

zorro ha detto...

ti è sfuggito un passaggio importante: questo gruppo i cinghiali hanno lottato e combattuto per far capire che la persona da te citata ne stava combinando più di bertoldo.
Cmq tu scrivimi e davanti ad un buon caffè (o altro, tranne birra) ci scambieremo le ns. opinioni.

Anonimo ha detto...

Complimenti roncaja io che sei un professionista, sei troppo competente, sia nello scrivere sia nell'illustrare la parte gestionale, condivido ciò che hai scritto.

Anonimo ha detto...

Mi scuso non ho quasi mai partecipato alle discussioni in questo blog, anche se di tanto in tanto lo visitavo, ma mi andrebbe discutere seppur virtualmente con uno tipo roncaja, che ne sa più di me.

Anonimo ha detto...

okkio che potresti essere scomunicato...

Anonimo ha detto...

runcaja mi spieghi il senso di questo tuo messaggio inserito qualche giorno fa...

Questa è una grande squadra, altro che palle (fanculo ai gufi del Palli)!
F.to "Roncaja".

Anonimo ha detto...

è una sorta di Dr. Jekill/Mr. Hide!

Burp ha detto...

Taglio corto ....

Persone interessate ad entrare nel Casale Calcio ce ne sono state e ce ne sono !
Non per motivi puramente calcistici ... piuttosto per motivi affaristici ma trattasi comunque di persone serie e conosciute negli ambienti.
La gestione di questa vicenda ha avuto del grottesco e dell'inquietante .....

Tale presidente ha gestito una retrocessione in D, un mancato ripescaggio in C e la disputa dei playout nella stagione calcistica passata !
Non mi sembra un buon bilancio ....

PS
Vista la situazione economica del paese e anche direi mondiale, non credo torneranno i tempi di vacche grasse ma l'esigere un pò più di chiarezza, trasparenza ed anche in alcuni frangenti onestà, nei confronti della dirigenza non mi sembra un delitto ....

Anonimo ha detto...

Resto disponibile per chiunque (nel limite del possibile, e compatibilmente con gli orari della mia professione) a rispondere a quesiti sulla gestione di una società.

COME E DOVE, SI ATTENDONO RISPOSTE

Bausla ha detto...

Questa è una grande squadra, altro che palle (fanculo ai gufi del Palli)!
F.to "Roncaja".

SI ATTENDONO RISPOSTE

zorro ha detto...

Non hai accettato l'invito e per me hai perso la tua occasione roncaja. Non ho mai apprezzato chi lancia la pietra e poi nasconde la mano.

Cmq ricordati che se un uomo non ha coraggio di rischiare per le proprie idee vuol dire che valgono poco quelle idee o vale poco quell'uomo.

E con questo per me il discorso è chiuso.

Anonimo ha detto...

Allora il mio invito era a discutere su questo spazio,coinvolgendo tutti, non fare discussioni private.. e poi sono stato chiaro, compatibilmente con gli impegni professionali. Rispondo a quell'esortazione contro i gufi, non è un mistero che vi siano dei "tribuni" che godono quando la squadra perde, io le chiamo "i tanto peggio tanto meglio", di quei "tifosi" il Casale non avrebbe bisogno, sono estremamente convinto che i neri siano un discreto organico, magari non in grado di impensierire Spezia o Biellese, ma in grado, ad esempio, di andare a Tortona a prendere a pallonate Lulù & soci, e tutto sommato meglio godersi quello che passa il convento oggi che lottare contro i mulini a vento aspettando un "MESSIA" che stando cosi' le cose tarderà a venire.
Ringrazio chi gestisce il blog per la possibilità che ci offre di discutere..."A ciamè s diju che a s'perd mai gnente"

F.to "Roncaja".

Anonimo ha detto...

Il discorso dei mulini a vento e' solo una scusa e non vieta di segnalare e eventualmente contestare situazioni che non vanno.
La prima va bene, meno male e gran sospresa, ma altre cose non vanno, la piu' palese e' senza ombra di dubbio il settore giovanile...

Anonimo ha detto...

la persona che stimi ed ammiri è la stessa che ha dato carta bianca al bandito, salvo poi lamentarsene.
E' la stessa che ha smantellato la squadra vincitrice dei playoff per acquistare 20 brocchi sbolsi, è la stessa che ha svenduto o fatto svendere le giovanili per poi capire che adesso non ha i giovani adatti e si può ancora andare avanti, tanto sono tutti fatti acclarati.

Questi sono i fatti. Le parole sono "i gufi del Palli, i Pozzo di Udine, la gestione manageriale, i quesiti da porti e la stima del presidente.

Capita la differnza?

Vecchio tifoso

taco*CINGHIALI ha detto...

Io non stimo BERTACCHI!

CINGHIALI - $€NZA PADRONI